Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

INFN Trieste

Abbonamento a feed INFN Trieste INFN Trieste
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Trieste
Aggiornato: 46 min 53 sec fa

EIC: l'Italia e l'Europa protagoniste delle nuove frontiere della fisica adronica

Mar, 01/08/2017 - 15:49
Sul sito della Società Italiana di Fisica è stato pubblicato un articolo relativo all'Electron Ion Collider User Group Meeting 2017 (EICUG2017) organizzato dalla sezione di Trieste dell'INFN e dall'Università di Trieste dal 19 al 22 luglio 2017.

EIC: l'Italia e l'Europa protagoniste delle nuove frontiere della fisica adronica

Mar, 01/08/2017 - 15:49
Sul sito della Società Italiana di Fisica è stato pubblicato un articolo relativo all'Electron Ion Collider User Group Meeting 2017 (EICUG2017) organizzato dalla sezione di Trieste dell'INFN e dall'Università di Trieste dal 19 al 22 luglio 2017.

Notte Europea dei Ricercatori 2017

Mer, 26/07/2017 - 10:02
Il 29 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori, la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica che coinvolge oltre 300 città europee. In Italia l’evento, coordinato da Frascati Scienza, sarà preceduto dal consueto appuntamento con la Settimana della Scienza che si svolgerà dal 23 al 30 settembre 2017,  con un calendario ricco di eventi e aperitivi scientifici, incontri con i ricercatori, conferenze e visite nei più autorevoli centri di ricerca italiani. La Notte Europea dei Ricercatori, che quest’anno compie 12 anni, è promossa dalla Commissione Europea. In Italia il progetto, coordinato dall’Associazione Frascati Scienza, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CINECA, CREA, ESA-ESRIN, GARR, INAF, INFN, INGV, ISPRA, ISS, Sapienza Università di Roma, Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Parma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università degli Studi Roma Tre, Università di Sassari, Università della Tuscia, Astronomitaly, Associazione Tuscolana di Astronomia, Explora, G.Eco, Ludis, Osservatorio astronomico di Gorga (RM), Fondazione GAL Hassin di Isnello (PA), Sotacarbo. La manifestazione ha l’obiettivo di avvicinare i ricercatori ai cittadini di tutte le età e di evidenziare l’importanza e l’impatto positivo della ricerca nella vita quotidiana. Un’opportunità per creare un legame tra scienza e società, per un confronto/dibattito continuo su temi cruciali della ricerca scientifica. Un’occasione, inoltre, per far incontrare i giovani e i ricercatori, per comprendere da vicino questo affascinante mestiere in grado di cambiare concretamente le nostre vite, diventare anche solo per un giorno ricercatore divertendosi e scoprendo discipline scientifiche e, perché no, restare affascinati dalla carriera scientifica pensando un giorno di intraprenderla. Anche quest’anno il filo conduttore della manifestazione organizzata da Frascati Scienza è il Made in Science, per una scienza intesa come vera e propria ‘filiera della conoscenza’. Tutto quello che ci circonda è scienza e lo strumento essenziale per conoscere, spiegare e interpretare il mondo è proprio il metodo scientifico. Tutti noi siamo immersi tra oggetti, strutture, modi di vita, lavori o divertimenti che sono frutto della ricerca scientifica. Ecco quindi che noi tutti siamo “Made in Science”, non certo solo Laboratori o Enti. La ricerca scientifica è molto più vicina a noi di quanto possiamo immaginare. La Notte Europea dei Ricercatori e Frascati Scienza vogliono ricordarci quanto dobbiamo, ogni giorno, a chi vi si dedica, a chi vi lavora, a chi costruisce giorno dopo giorno l’innovazione ed il futuro. “La manifestazione – sottolinea Colette RenierCoordinatrice della European Researchers’ Night presso la Commissione europea – è ormai un appuntamento fisso. Il suo effetto positivo è così potente che nell’ottica della futura call per il 2018-2019 si pensa a una durata più lunga dell’evento (fino al sabato sera) nonché ad un aumento del bilancio globale dedicato all’azione” Come gli anni scorsi, Frascati Scienza oltre a coordinare tutte le attività dell’area tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’Italia e d’Europa, sarà presente in tantissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese: Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Cave, Cosenza, Ferrara, Frascati, Frosinone, Gorga, Isnello, Lecce, Milano, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Roma, Sassari, Trieste, Viterbo. Durante gli eventi i visitatori potranno sperimentare, discutere, giocare e perfino affrontare i ricercatori in quiz e competizioni. Un modo per scoprire la ricerca e i ricercatori, definiti da Renier: persone con un lavoro straordinario. La Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza è finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

Notte Europea dei Ricercatori 2017

Mer, 26/07/2017 - 10:02
Il 29 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori, la più importante manifestazione europea di comunicazione scientifica che coinvolge oltre 300 città europee. In Italia l’evento, coordinato da Frascati Scienza, sarà preceduto dal consueto appuntamento con la Settimana della Scienza che si svolgerà dal 23 al 30 settembre 2017,  con un calendario ricco di eventi e aperitivi scientifici, incontri con i ricercatori, conferenze e visite nei più autorevoli centri di ricerca italiani. La Notte Europea dei Ricercatori, che quest’anno compie 12 anni, è promossa dalla Commissione Europea. In Italia il progetto, coordinato dall’Associazione Frascati Scienza, è realizzato in collaborazione con Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CINECA, CREA, ESA-ESRIN, GARR, INAF, INFN, INGV, ISPRA, ISS, Sapienza Università di Roma, Sardegna Ricerche, Università di Cagliari, Università di Cassino, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Parma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Università degli Studi Roma Tre, Università di Sassari, Università della Tuscia, Astronomitaly, Associazione Tuscolana di Astronomia, Explora, G.Eco, Ludis, Osservatorio astronomico di Gorga (RM), Fondazione GAL Hassin di Isnello (PA), Sotacarbo. La manifestazione ha l’obiettivo di avvicinare i ricercatori ai cittadini di tutte le età e di evidenziare l’importanza e l’impatto positivo della ricerca nella vita quotidiana. Un’opportunità per creare un legame tra scienza e società, per un confronto/dibattito continuo su temi cruciali della ricerca scientifica. Un’occasione, inoltre, per far incontrare i giovani e i ricercatori, per comprendere da vicino questo affascinante mestiere in grado di cambiare concretamente le nostre vite, diventare anche solo per un giorno ricercatore divertendosi e scoprendo discipline scientifiche e, perché no, restare affascinati dalla carriera scientifica pensando un giorno di intraprenderla. Anche quest’anno il filo conduttore della manifestazione organizzata da Frascati Scienza è il Made in Science, per una scienza intesa come vera e propria ‘filiera della conoscenza’. Tutto quello che ci circonda è scienza e lo strumento essenziale per conoscere, spiegare e interpretare il mondo è proprio il metodo scientifico. Tutti noi siamo immersi tra oggetti, strutture, modi di vita, lavori o divertimenti che sono frutto della ricerca scientifica. Ecco quindi che noi tutti siamo “Made in Science”, non certo solo Laboratori o Enti. La ricerca scientifica è molto più vicina a noi di quanto possiamo immaginare. La Notte Europea dei Ricercatori e Frascati Scienza vogliono ricordarci quanto dobbiamo, ogni giorno, a chi vi si dedica, a chi vi lavora, a chi costruisce giorno dopo giorno l’innovazione ed il futuro. “La manifestazione – sottolinea Colette RenierCoordinatrice della European Researchers’ Night presso la Commissione europea – è ormai un appuntamento fisso. Il suo effetto positivo è così potente che nell’ottica della futura call per il 2018-2019 si pensa a una durata più lunga dell’evento (fino al sabato sera) nonché ad un aumento del bilancio globale dedicato all’azione” Come gli anni scorsi, Frascati Scienza oltre a coordinare tutte le attività dell’area tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’Italia e d’Europa, sarà presente in tantissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese: Bari, Cagliari, Carbonia, Cassino, Cave, Cosenza, Ferrara, Frascati, Frosinone, Gorga, Isnello, Lecce, Milano, Monte Porzio Catone, Napoli, Palermo, Parma, Pavia, Roma, Sassari, Trieste, Viterbo. Durante gli eventi i visitatori potranno sperimentare, discutere, giocare e perfino affrontare i ricercatori in quiz e competizioni. Un modo per scoprire la ricerca e i ricercatori, definiti da Renier: persone con un lavoro straordinario. La Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza è finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

EICUG2017 @ Trieste

Mar, 18/07/2017 - 08:00
Il meeting 2017 dell' Electron Ion Collider User Group (EICUG), che si terra' a Trieste dal 19 al 22 luglio 2017,
e' organizzato  dalla sezione di Trieste dell'INFN e dall''Universita' di Trieste.
Il meeting e' preceduto il 18 luglio da un Worshop dedicato  a discutere le sfide tecnologiche di questo collider
con gli esperti europei. L' Electron Ion Collider (EIC) e' una infrastruttura di ricerca proposta per studiare la fisica adronica
ad alte energie ed e' stata raccomandata, negli Stati Uniti,  dal 2015 Long Range Plane for Nuclear Science del
NSAC. lo User Group promuove la realizzazione dell'EIC e del suo programma scientifico
e, al momento, conta piu' di 700 partecipanti. Svariate sono le motivazioniu per tenere il meeting in Europa:
prima di tutto, al di la' dell'abituale aggiornamento sul progresso scientifico che sempre ha luogo nelle
riunioni dell'EICUG, offrira' all'intera comunita' europea della fisica nucleare la possibilita'
di approfondire la conoscenza di EIC, permettera' alla comunita' interessata di riunirsi e
favorira' la formazione di una comunita' coerente che deve includere anche giovani ricercatori, e,
ancora, favorira' la formazione di una comunita' dedicata all'interno dell'INFN. Nella riunione si discuteranno i futuri piani per l'EIC, si aggiornera' lo stato di avanzamento degli studi,
in particolare del physics case, e si discuteranno i porogrammi tecnici nel campo dei rivelatori e
degli acceleratori. I lavori si terranno nell' Aula Magna della Scuola di Lingue Moderne for Traduttori ed Interpreti,
che e' situata strategicamente nel cuore di Trieste, a pochi passi da molti alberghi, dalla stazione ferroviaria
e dal terminal areoportuale. Sono attesi piu' di 100 fisici da tutto il mondo.

EICUG2017 @ Trieste

Mar, 18/07/2017 - 08:00
Il meeting 2017 dell' Electron Ion Collider User Group (EICUG), che si terra' a Trieste dal 19 al 22 luglio 2017,
e' organizzato  dalla sezione di Trieste dell'INFN e dall''Universita' di Trieste.
Il meeting e' preceduto il 18 luglio da un Worshop dedicato  a discutere le sfide tecnologiche di questo collider
con gli esperti europei. L' Electron Ion Collider (EIC) e' una infrastruttura di ricerca proposta per studiare la fisica adronica
ad alte energie ed e' stata raccomandata, negli Stati Uniti,  dal 2015 Long Range Plane for Nuclear Science del
NSAC. lo User Group promuove la realizzazione dell'EIC e del suo programma scientifico
e, al momento, conta piu' di 700 partecipanti. Svariate sono le motivazioniu per tenere il meeting in Europa:
prima di tutto, al di la' dell'abituale aggiornamento sul progresso scientifico che sempre ha luogo nelle
riunioni dell'EICUG, offrira' all'intera comunita' europea della fisica nucleare la possibilita'
di approfondire la conoscenza di EIC, permettera' alla comunita' interessata di riunirsi e
favorira' la formazione di una comunita' coerente che deve includere anche giovani ricercatori, e,
ancora, favorira' la formazione di una comunita' dedicata all'interno dell'INFN. Nella riunione si discuteranno i futuri piani per l'EIC, si aggiornera' lo stato di avanzamento degli studi,
in particolare del physics case, e si discuteranno i porogrammi tecnici nel campo dei rivelatori e
degli acceleratori. I lavori si terranno nell' Aula Magna della Scuola di Lingue Moderne for Traduttori ed Interpreti,
che e' situata strategicamente nel cuore di Trieste, a pochi passi da molti alberghi, dalla stazione ferroviaria
e dal terminal areoportuale. Sono attesi piu' di 100 fisici da tutto il mondo.

Avviso di selezione

Mar, 06/06/2017 - 07:59
L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Sezione di Trieste indice una selezione per l’assunzione presso la propria sede di una unità di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato ed a tempo parziale della durata di 90 giorni, ai sensi dell’art. 6 legge 20 marzo 1975 n. 70 con profilo di collaboratore di amministrazione - VII livello professionale, per attività di supporto all’Ufficio di Comunicazione e Divulgazione Scientifica del Servizio di Direzione. Per la partecipazione alla selezione si richiede:
  • possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  • competenza nell'uso del pacchetto software Microsoft Office e dei più comuni browser di navigazione in Internet (Firefox, Safari, Chrome);
  • conoscenza della lingua inglese;
  • esperienza di almeno 2 anni nell’ambito dell’organizzazione di congressi ed eventi.
La selezione avverrà in base all’esame dei titoli prodotti, finalizzato ad accertare le competenze richieste. Gli interessati dovranno inviare il proprio Curriculum Vitae via email all’indirizzo alessandra.filippi@ts.infn.it entro il 15 giugno 2017, specificando come oggetto Rif. Selezione art. 6 – Servizio Direzione Trieste.

IL DIRETTORE

Rinaldo Rui

Avviso di selezione

Mar, 06/06/2017 - 07:59
L'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare - Sezione di Trieste indice una selezione per l’assunzione presso la propria sede di una unità di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato ed a tempo parziale della durata di 90 giorni, ai sensi dell’art. 6 legge 20 marzo 1975 n. 70 con profilo di collaboratore di amministrazione - VII livello professionale, per attività di supporto all’Ufficio di Comunicazione e Divulgazione Scientifica del Servizio di Direzione. Per la partecipazione alla selezione si richiede:
  • possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado;
  • competenza nell'uso del pacchetto software Microsoft Office e dei più comuni browser di navigazione in Internet (Firefox, Safari, Chrome);
  • conoscenza della lingua inglese;
  • esperienza di almeno 2 anni nell’ambito dell’organizzazione di congressi ed eventi.
La selezione avverrà in base all’esame dei titoli prodotti, finalizzato ad accertare le competenze richieste. Gli interessati dovranno inviare il proprio Curriculum Vitae via email all’indirizzo alessandra.filippi@ts.infn.it entro il 15 giugno 2017, specificando come oggetto Rif. Selezione art. 6 – Servizio Direzione Trieste.

IL DIRETTORE

Rinaldo Rui

CAST e Trieste ancora in primo piano

Gio, 04/05/2017 - 09:59
L'esperimento CAST al CERN, di cui Giovanni Cantatore della Sezione INFN Trieste è Deputy Spokesperson, ha appena pubblicato su Nature Physics i suoi più recenti risoltati sulle ricerca di assioni solari: http://www.nature.com/nphys/journal/vaop/ncurrent/full/nphys4109.html.

Le attività di CAST si sono recentemente estese alla ricerca globale di assioni come componenti della Materia Oscura (https://home.cern/about/updates/2017/05/cern-casts-new-limits-dark-matter) e, con il rivelatore KWISP sviluppato a Trieste, a quella dei “chameleon” come componenti dell’Energia Oscura (http://gizmodo.com/punk-rock-physics-experiment-is-hunting-for-a-dark-matt-1794799196).

Si può seguire CAST anche su

https://www.facebook.com/pg/CASTexperiment/photos/?ref=page_internal.

CAST e Trieste ancora in primo piano

Gio, 04/05/2017 - 09:59
L'esperimento CAST al CERN, di cui Giovanni Cantatore della Sezione INFN Trieste è Deputy Spokesperson, ha appena pubblicato su Nature Physics i suoi più recenti risoltati sulle ricerca di assioni solari: http://www.nature.com/nphys/journal/vaop/ncurrent/full/nphys4109.html.

Le attività di CAST si sono recentemente estese alla ricerca globale di assioni come componenti della Materia Oscura (https://home.cern/about/updates/2017/05/cern-casts-new-limits-dark-matter) e, con il rivelatore KWISP sviluppato a Trieste, a quella dei “chameleon” come componenti dell’Energia Oscura (http://gizmodo.com/punk-rock-physics-experiment-is-hunting-for-a-dark-matt-1794799196).

Si può seguire CAST anche su

https://www.facebook.com/pg/CASTexperiment/photos/?ref=page_internal.

Sito realizzato da Stefano Bisicchia su modello rilasciato da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.53 del 08/12/2016 agg.11/02/2017